dentista

Endodonzia


Per Endodonzia si intende la branca dell'odontoiatria che si occupa della terapia dell’endodonto, lo spazio all’interno dell’elemento dentario che contiene la polpa dentaria costituita da componente cellulare, vasi e nervi.


La terapia endodontica si rende necessaria ogni qualvolta ci sia una compromissione dell'endodonto tale da pregiudicare il mantenimento della vitalità, oppure quando la polpa dentale sia già andata incontro a necrosi.



I passaggi fondamentali della terapia endodontica sono:



  • Isolamento del campo operatorio tramite l'utilizzo di una diga di gomma, per non consentire una contaminazione batterica dell'endodonto durante la terapia stessa, oltre che per mantenere asciutto l'intero dente;
  • Accesso alla camera pulpare e sua detersione;
  • Ricerca e individuazione degli imbocchi canalari;
  • Sagomatura dei canali radicolari tramite strumenti a mano e/o rotanti sotto detersione continua con Ipoclorito di sodio, acqua ossigenata e agenti chelanti in grado di favorire la penetrazione e l'avanzare degli strumenti;
  • Sigillatura tridimensionale delle strutture del canale tramite gomma termoplastica e un filo di cemento endodontico sottile;
  • Controllo radiografico.



Ogni passaggio va eseguito correttamente, evitando di oltrepassare gli apici considerabili come il confine profondo tra endodonto e strutture extradentarie.


Le terapie endodontiche applicate nello studio sono affiancate dall'uso di:


  • Un rilevatore apicale in grado di fornire esattamente la lunghezza canalare, senza bisogno di continui controlli radiografici intraoperatori;

  • I manipoli a controllo di Torque, essenziali nell’evitare che gli strumenti rotanti, impegnandosi improvvisamente all’interno del canale, possano andare incontro a frattura;

  • Il SYSTEM B capace di riscaldare e contemporaneamente vibrare dando luogo alla cosiddetta TECNICA DELL’ONDA CONTINUA che assicura la possibilità di riscaldare la GUTTAPERGA (materiale termoplastico da otturazione canalare) e quindi di compattarla senza lasciare spazi residui vuoti successivamente ricolonizzabili da batteri.

  • L’Obtura 3 MAX un sistema ergonomico a pistola, intercambiabile per la pulizia e la manutenzione, a doppio guscio termo isolato che completa rapidamente l’otturazione dei canali iniettando il materiale direttamente preriscaldato a 200 gradi.

Conservativa

La Conservativa è la branca dell’odontoiatria che si occupa della cura dei denti cariati, delle procedure per l'eliminazione della carie e di quelle relative alla chiusura delle cavità risultanti dall’eliminazione dello smalto e della dentina cariata, tramite l’utilizzo di appositi materiali. Ad oggi l’amalgama d’argento (le “otturazioni in metallo”) a causa del contenuto di mercurio, è stata completamente sostituita nella pratica quotidiana da materiali compositi (le ”otturazioni bianche”), che a parte la loro non tossicità, permettono per la loro alta adesività, una preparazione della cavità cariosa meno ampia. La Conservativa moderna si basa esclusivamente sul concetto di minima invasività, ottenibile rimuovendo solo il tessuto dentale cariato e sostituendolo, riportando così l’elemento alla sua anatomia ideale, con materiale composito di ultima generazione.


Il lavoro del Dott. Federico Caponi è sempre stato accompagnato dalla forte attenzione per i compositi di ultima generazione, tanto da portarlo a ottimizzare i risultati dal punto di vista clinico ed estetico.


Le ricostruzioni che si possono ottenere con questo tipo di materiali innovativi sia nei settori anteriori che latero posteriori delle arcate dentarie rendono difficilissimo all’occhio esterno capire che è stato eseguito un trattamento conservativo. La tecnica della stratificazione perfezionata nel tempo permette infatti di ricreare parti perdute di elementi dentali armonizzandole, per forma estetica, con il resto della dentatura.